Alla scoperta della ricerca semantica

Web

Inside

Blog

News dalla nostra web agency

09 Dicembre 2016

Alla scoperta della ricerca semantica

Categorie: Seo posizionamento motori di ricerca,

Oggi vorremmo approfondire il concetto di ricerca semantica, partendo dalla definizione fino ad arrivare ai vantaggi dell’applicazione della ricerca semantica ai motori di ricerca. Pronti?

Alla scoperta della ricerca semantica: definizione

Ricerca semantica: una definizione

Un po’ di tempo fa avevamo avuto modo di parlare di ricerca semantica e SEO (ecco qui il post a cui facciamo riferimento). Quando parliamo di ricerca semantica in riferimento al mondo della comunicazione digitale, facciamo riferimento ad un tipo di ricerca effettuata dai motori di ricerca che restituisce risultati non strettamente legati alle parole inserite nel motore stesso, ma in grado di espandere i risultati per includere anche altri termini simili o prossimi per significato. In pratica dalla semplice parola o dalla ricerca di gruppi di parole, si passa alla ricerca di un significato, in maniera quindi più profonda rispetto a quanto avviene oggi con la ricerca per parole chiave.

I motori verso la ricerca semantica

Facciamo un esempio per capire meglio quanto espresso nella definizione del paragrafo precedente. Ipotizziamo di aver bisogno di un parrucchiere per donna a Roma. Un utente potrebbe digitare in Google le parole parrucchiere + donna + Roma, ottenendo una serie di risultati. La stessa ricerca potrebbe però essere effettuata digitando (o pronunciando) i termini taglio capelli + femminile + Roma. Il significato della ricerca è molto simile, ma cioè che cambia è il modo con il quale l’utilizzatore del motore di ricerca sta cercando una risposta alle proprie esigenze.

Ricerca semantica: dalle keyword al campo semantico

Nel caso dell’esempio precedente un motore basato sulla ricerca semantica è in grado di comprendere che le due stringhe di ricerca digitate, seppur diverse, conducono al medesimo risultato. Com’è possibile? Il motore di ricerca basato sulla ricerca semantica è costituito da un database che raggruppa le parole in base al significato basato sull’accorpamento in quelli che vengono definiti campi semantici. Sempre tornando all’esempio precedente i termini capelli e parrucchiere (ma anche barbiere, tagli di capelli, tinta ecc.) possono essere raggruppati sotto un campo semantico unico, che fa riferimento all’ambito dei capelli. Allo stesso modo i termini donna e femminile (così come bambina, femmina ecc.) possono essere raggruppati nel campo semantico del genere femminile.

Ricerca semantica e motori di ricerca

L’individuazione dei campi semantici ai quali ricondurre i termini di una determinata lingua è il punto di partenza della ricerca semantica applicata ai motori di ricerca. Per il funzionamento del motore è quindi necessario che i termini di una lingua vengano inclusi in campi semantici simili a quelli descritti in precedenza. A questo punto il lavoro del motore di ricerca consiste nel “comprendere” le parole digitate o pronunciate e ricondurre al campo di appartenenza, in modo da restituire il risultato di ricerca desiderato.

Abbiamo volutamente inserito il termine “comprendere” tra virgolette, in quanto il database e il motore di ricerca non compiono una vera comprensione di quanto richiesto, ma semplicemente associano un termine scritto in un determinato modo ad altre sequenze di lettere, senza comprenderne davvero il significato specifico.

Perché la ricerca semantica è il futuro dei motori di ricerca ?

Alla scoperta della ricerca semantica: il futuro dei motori di ricerca

A questo punto è lecito chiedersi perché e in che modo la ricerca semantica rappresenti il futuro dei motori di ricerca. Tramite la ricerca semantica la modalità di ricerca utilizzata dall’utente passa in secondo piano, in quanto il motore è in grado di riconoscere termini simili, tempi verbali, plurali o singolari (e tutte le variabili della lingua italiana). Dal punto di vista della SEO si tratta di una svolta notevole, in quanto l’utilizzo della ricerca semantica permette di concentrarsi maggiormente sul significato delle parole chiave e non sulla ricerca di sinonimi e variabili di uno stesso concetto.

In riferimento a quanto appena detto, possiamo affermare che la ricerca semantica non rappresenterà la fine della SEO, ma anzi, l’ottimizzazione continuerà ad essere necessaria per la creazione di siti aziendali, blog e per tutta la comunicazione in rete. Tuttavia la ricerca semantica semplificherà il lavoro di chi si occupa di SEO, a patto che i database che regoleranno i motori di ricerca in base alla ricerca semantica siano davvero efficienti e progettati tenendo conto delle complessità della lingua.

Volete saperne di più di ricerca semantica o di SEO applicata alla vostra comunicazione digitale? Siamo qui per aiutarvi!

Contatta Web Inside

Compila la form di contatto un nostro esperto sarà a tua disposizione per offrirti una consulenza gratutita

Andrea

Andrea

Presidente
Email: andrea@webinsideagency.it
Cel:
Luciana

Luciana

CEO
Email: luciana@webinsideagency.it