Seo Linkedin novità social network

Web

Inside

Blog

News dalla nostra web agency

10 Febbraio 2017

Web marketing: Google segna il sorpasso del digitale

Categorie: Web Marketing,

L’ultima edizione della classifica Brand Finance Global, che stila il ranking mondiale dei 500 marchi più influenti per valore e brand image, ha mostrato un risultato molto importante dal punto di vista del web marketing: un’azienda dedicata al digitale ha superato il marchio che deteneva il primato per valore. Dopo cinque anni infatti Google ha scalzato Apple dal primo gradino del podio per il brand con maggior fatturato al mondo. È vero, stiamo sempre parlando di due colossi e non di un nome nuovo nello scenario mondiale, ma ciò che deve far riflettere è il risultato ottenuto da un’azienda orientata prevalentemente verso prodotti non fisici, con un punto a favore del web marketing e di tutto ciò che ruota attorno a questa definizione.

Web Marketing: Google segna il sorpasso nel digitale

Il valore di un marchio nell’era del digitale e del web marketing

Ma come si calcola il valore di un marchio nell’era dei valori non tangibili? Brand Finance per realizzare la classifica citata utilizza una serie di parametri diversi, che comprendono gli asset durevoli, gli investimenti nell’ambito della ricerca, il fatturato, i margini in senso finanziario e non ultimi, il ritorno di immagine ed il marketing.

Per quanto riguarda Google, il valore del brand calcolato da Brand Finance è pari 109.470 milioni di dollari, in crescita del 24% rispetto alla rilevazione dell’anno recedente. Per Google molto importante è stato il successo della raccolta pubblicitaria online, che ha ottenuto un incremento del 20%, conferma di quanto il web marketing giochi un ruolo sempre maggiore nella determinazione dei budget per gli investimenti pubblicitari. In calo del 27% il valore di Apple, pari a 107.141 milioni di dollari, dato che ha fatto passare il brand della mela morsicata al secondo posto. Stabile invece al terzo posto Amazon, un’azienda che ha saputo sfruttare al meglio i vantaggi dell’e-commerce, raggiungendo un valore pari a 106.369 milioni di dollari.

Interessante il valore di un altro gigante del mondo digitale, cioè Facebook, che si colloca al nono posto del ranking 2017. Il celebre social media ha raggiunto un valore di 61.998 milioni di dollari, con un incremento enorme rispetto a quanto fatto registrare lo scorso anno: +82%. Anche il dato di Facebook fa ben comprendere in che direzione stia andando il mercato globale, con una predominanza sempre maggiore dei brand che hanno fatto di internet il proprio campo di azione.

La forza del marchio: Lego batte Google

Web Marketing google segna il sorpasso nel digitale: lego batte google

Google cede invece il primo posto nella classifica Brand Finance per quanto concerne la forza del marchio. In questo ambito specifico infatti, viene sorpassato da Lego, che deve il suo successo 2016 ai nuovi accordi siglati con il mondo del cinema, in particolare per quanto riguarda la saga di Star Wars, Harry Potter e Batman. Sembra che in futuro l’azienda potrà ottenere nuovi accordi simili, con un potenziale di ulteriore rafforzamento del marchio. Il secondo posto di Google per la forza del brand è comunque molto importante, e colloca il marchio prima di altri celeberrimi brand, come Nike, Ferrari, Visa e Disney.

Il valore dei brand italiani

Web Marketing google segna il sorpasso nel digitale: valore dei brand italiani

E l’Italia? Scorrendo la classifica alla ricerca dei marchi italiani, bisogna raggiungere la 122esima posizione per trovare un marchio nazionale tra i più significativi per valore. Per il nostro paese è un marchio tutt’altro che digitale a raggiungere il primo posto: stiamo parlando di Eni, con un valore pari a 11,2 miliardi di dollari. Tra i nove brand presenti in classifica per l’Italia solo uno ha una relazione diretta con il mondo digitale, il Gruppo Telecom Italia, che si colloca al 239esimo posto della classifica Brand Finance Global.

Ciò non significa però che per il nostro paese il web marketing e l’economia derivante dal digitale non siano importanti: semplicemente lo scenario attuale non presenta marchi in grado di competere con i big a livello mondiale.

Concludiamo con un ultimo dato relativo al valore dei brand italiani: rispetto al 2016 i marchi nazionali hanno chiuso con un valore incrementato in media del 12% (15% è invece il valore di incremento mondiale per la classifica Brand Finance Global), segno che anche gli aspetti meno tangibili delle aziende, come quelli legati all’immagine e agli aspetti dell’economia digitale, sono in grado di portare valore alla singola azienda ed al sistema economico generale.

Contatta Web Inside

Compila la form di contatto un nostro esperto sarà a tua disposizione per offrirti una consulenza gratutita

Andrea

Andrea

Presidente
Email: andrea@webinsideagency.it
Cel:
Luciana

Luciana

CEO
Email: luciana@webinsideagency.it