Twitter #GoLive: video in diretta senza passare da Periscope

Pochi giorni fa Twitter ha annunciato una novità per quanto riguardale funzioni utilizzabili dagli utenti: scopriamo il nuovo Twitter GoLive e le sue potenzialità.

Twitter #GoLive: i video in diretta

La nuova funzionalità di Twitter è stata annunciata dallo stesso social media tramite il lancio dell’hashtag #GoLive e con un video (e come se no?), che presenta la novità per gli utenti. Nel video si intuisce da dove sia possibile accedere alla funzione che permette di realizzare i video e vengono mostrate situazioni di utilizzo della funzionalità stessa (dai momenti più divertenti del tempo libero a quelli più seri dell’attualità).

Realizzare un video è semplicissimo: è sufficiente aprire l’applicazione di Twitter dal proprio smartphone iOS o Android e creare un nuovo messaggio. A questo punto oltre allo spazio dedicato al testo, compaiono nella parte bassa dello schermo la funzione foto, la funzione live o in diretta (per chi utilizza l’app in italiano) e gli ultimi media creati o ricevuti sul dispositivo. Per utilizzare Twitter GoLive è sufficiente premere il tasto in diretta e dopo pochi attimi è possibile scegliere l’inquadratura ed iniziare la trasmissione video dal vivo. Semplicissimo!

Twitter GoLive: addio a Periscope? Non proprio

Come gli affezionati del social dell’uccellino sapranno, i video live non rappresentano una novità in assoluto per Twitter, in quanto anche in precedenza era possibile realizzare video e live tramite Periscope. Ciò che cambia davvero però è l’immediatezza dei video, che possono essere realizzati direttamente da Twitter, senza la necessità di passare per l’applicazione, che è stata integrata nel sistema di post dal vivo.

Periscope non viene del tutto abbandonato anche per un altro motivo: una volta iniziata la diretta chiunque può seguire il video sia da Twitter sia da Periscope. I video rimangono inoltre visibili anche al termine della diretta, con la possibilità per tutti di vedere anche il numero di utenti che hanno effettivamente visualizzato il video.

I live di Twitter permettono di vedere in diretta la partecipazione degli spettatori sia tramite commenti sia tramite cuori che compaiono sullo schermo ad ogni tap di apprezzamento di chi sta visualizzando la diretta; un modo per capire se il video raggiunge i risultati sperati o semplicemente se viene apprezzato dai propri follower.

Con la nuova possibilità ora integrata nell’applicazione di Twitter, è plausibile pensare che Periscope verrà progressivamente abbandonata come app autonoma, in quanto il suo utilizzo in un’app separata diventerà presto obsoleto. Al momento è ancora possibile scaricarlo, ma non è escluso che con il passare del tempo possa addirittura scomparire dagli store.

Twitter GoLive: una nuova opportunità per il web marketing

Il lancio di GoLive ha scatenato la fantasia degli utenti nel mondo con video più o meno interessanti, ma cioè che si attende in un tempo relativamente breve è l’utilizzo sempre più frequente da parte delle aziende e dei brand presenti sul social. In questo senso GoLive si affianca alla possibilità dei live già data dagli altri social come Facebook o Instagram.

L’utilizzo dei live presenta notevoli vantaggi per chi vuole utilizzare i social media come strumento di web marketing, in quanto i video sono in grado di attirare maggiormente l’attenzione degli utenti rispetto a quanto accade per un’immagine o per il semplice testo.

Tuttavia i video, soprattutto se dal vivo, rappresentano un’arma a doppio taglio con la quale bisognerebbe fare preventivamente i conti, in quanto rischiano di trasformarsi in un clamoroso flop nel caso in cui il contenuto non sia ritenuto interessante dal proprio pubblico o ancora quando i video sono pubblicati con troppa frequenza, a discapito della qualità e dell’interesse dei contenuti.

L’importanza di pianificare prima di andare in diretta (anche su Twitter)

Anche sul Twitter vale quindi la regola di pianificare le uscite sui social network prima di andare in diretta. Naturalmente la frequenza e la tipologia dei contenuti varia seconda del settore e del tipo di pubblico che si desidera coinvolgere, ma in ogni caso si tenga presente che contenuti live troppo frequenti rischierebbero di inflazionare lo strumento stesso. Il consiglio valido per tutti i tipi di live è quindi sempre lo stesso, a prescindere dal social media che si utilizza: usare le dirette video solo quando si ha realmente qualcosa da dire o da mostrare!

Contattaci ora